• Angela Iantosca

Riflessioni sparse

L'anno scorso a Natale sono stata nella comunità di San Patrignano. Ed ' stato un Natale diverso. Molto diverso. Lontano dalla 'mondanità', dalle famiglie, dai soliti discorsi, dalle persone stanche e trafelate, a volte annoiate, da momenti di panico, dalle gelosie, dai confronti inutili. Dai Natali al ristorante perché nessuno vuole più cucinare. Dai Natali che festeggiano anche quelli che non ci credono proprio, che sono di altre fedi, che non hanno fede, che stanno là perché lo richiede la famiglia, che non hanno la forza di farla davvero la rivoluzione. Ma anche lontano dalla normalità delle feste di un Natale passato in famiglia.


Quest'anno ho deciso di stare con i miei. Ed è stato un Natale particolare, per molti versi. Un Natale durante il quale mi sono trovata a ripensare spesso a quello di ieri, mentre si giocava, si mangiava e si chiacchierava. Mi sono ritrovata a pensare a quel cambiamento su cui si lavora in una comunità di recupero, a come ci si mette in discussione, a come non si abbia paura della verità, a come si impari a dirsi la verità. A come si lavori sui difetti, sulle maschere che portiamo, sugli inganni. Su se stessi e, quindi, sul recupero del rapporto con gli altri. Sull'amore che si prova per sé e poi sull'amore per un'altra persona. A come si affrontano i propri limiti, le proprie debolezze senza nascondersi dietro meccanismi, condizionamenti, paure. A come si abbia il coraggio di dirsi: "Devo andare a fondo e guardare il fondo e dargli un nome e poi accettarlo e poi risalire". Perché questo è il modo per non farsi male e non fare male.

Ecco Natale credo sia questo... dirsi la verità. Sempre.


Lo sentivo qualche giorno fa. Non ricordo chi lo abbia detto. Natale è regalarsi una scelta, regalarsi la verità, regalarsi l'inizio di un cammino. E continuare a portarlo avanti. Natale è amore, non è rabbia, orgogli feriti, violenza verbale. Facile? No. Perché fare tutto questo, cominciare questo cammino, regalarsi questo cammino è difficile e doloroso. Ma tutto sta a muovere il primo passo.

0 visualizzazioni

©2018 by ask4angela

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now