• Angela Iantosca

In attesa di toccarci...

Una donna con le palpebre chiuse. E una linea che separa due metà: una a colori e una in bianco e nero. E poi il profumo di quegli occhi, una grande famiglia, vite, intrecci, segreti. E musica. È tutto questo il romanzo “Il profumo degli occhi” (L’Erudita) di Franco Roselli.

Scrittore, sceneggiatore ed ex autore televisivo con Enrico Ghezzi di Blob (Rai Tre), in attesa di leggerlo nuovamente attraverso le righe di un suo nuovo libro, lo abbiamo raggiunto per parlare di come sta affrontando questo momento.

“Combatto, ogni momento, contro i timori sforzandomi di far crescere in me una tenace speranza”.



Si trova in Italia o in America?

“Al momento sono in Italia in attesa di partire per il Connecticut”.

Per immagini, visto il suo lavoro a Blob, come racconterebbe questo periodo?

“Una sola immagine. L’intensità dei volti, segnati profondamente di giovani donne e uomini senza la loro maschera, dopo interminabili ore di silenzioso lavoro, accanto ai malati”.

Qual è la cosa più incredibile che abbiamo visto ?

“Un virus ha spazzato via, in poco tempo, tutte le nostre illusioni d’invincibilità, la paura ha frantumato la nostra arroganza, costringendoci a considerare ogni essere umano come nostro prossimo. Abbiamo scoperto che i gesti più semplici, una stretta di mano, un abbraccio, un bacio, diventavano pericolosi, mutilandoci il corpo e l’anima”.

Come ha vissuto la restrizione in casa?

“Sono un solitario e la restrizione mi pesa poco. Mi manca il rito del caffè al bar ogni mattina e mi manca tanto non poter andare in libreria o nei negozi di musica. Per il resto la mia vita quotidiana non è cambiata, tra la preghiera buddista, le letture e la scrittura, non mi dispiace un po’ di noia. Evito di guardare i programmi televisivi che ospitano i tuttologi diventati i nuovi virologi e i divulgatori di profezie complottiste”.



Sta scrivendo qualcosa di nuovo?

“Sto rileggendo la raccolta di racconti che ho terminato di scrivere e sto continuando a prendere appunti per il prossimo lavoro, un romanzo storico su Antonio Vivaldi”.

Cosa sta leggendo?

“Sono uno strano lettore, leggo tre libri contemporaneamente e dedico a ciascun libro trenta minuti ogni giorno poi passo al successivo. Sto leggendo il romanzo di Ann Petry “LA STRADA” unico romanzo della scrittrice afroamericana che è vissuta in Connecticut, un best-seller erotico mediorientale di Salwa Al-Neimi dal titolo “LA PROVA DEL MIELE”e un saggio di Toni Morrison “L’ORIGINE DEGLI ALTRI”.

Che consigli di lettura darebbe?

“Dato che per ora non dobbiamo uscire da casa, consiglio un gioco, da fare, ripescare tra i libri che abbiamo, quello che non abbiamo mai letto o finito di leggere, in alternativa per chi va dal giornalaio, alcuni quotidiani pubblicano alcuni classici della letteratura mondiale”.

Pensa che tutto questo ci cambierà?

“Non sono un sociologo, penso però che il cambiamento avverrà pian piano in ciascuno di noi, secondo la reazione che abbiamo avuto al principio e alla maniera in cui gestiamo il TEMPO di questi giorni di restrizione. Speranza e rabbia. Speranza per chi usa questo tempo per far tacere la collera, per caricare il cuore di fiducia e rispetto. Rabbia per chi cercherà sempre il capro espiatorio inventandosi nuovi (anche se solitamente sono sempre gli stessi… emigranti, neri, diversi, le donne) nemici su cui riversare la loro imbecillità”.

Crede che quel clima di unità che si respira sui balconi potrà essere trasposto poi nel vivere quotidiano?

“Forse all’inizio saremo intimoriti nel riprendere i gesti quotidiani, forse prima di stringere una mano, cercheremo di sentire il profumo nello sguardo di chi ci sta davanti, ricorderemo i volti e i sorrisi visti sui balconi e li riconosceremo, mentre usciamo dalla metropolitana , scendendo da un bus, seduti al tavolo di un caffè, in attesa in coda all’interno di un ufficio. Riscopriremo che il tocco di una mano sulla spalla, una carezza, un abbraccio, le lacrime da asciugare con la punta delle dita, tutto questo ci rende vivi e non è mai abbastanza. Mai”.

73 visualizzazioni

©2018 by ask4angela

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now