©2018 by ask4angela

 
  • Angela Iantosca

Diamo seconda vita alle carrozzine per donarle a chi non può permettersele!

Danilo Ragona, designer di Torino, tempo fa ha avuto una idea: recuperare le carrozzine che non si usano più, quelle che finiscono in discarica, per dare loro nuova vita!

Sono migliaia le carrozzine che ogni giorno smettono di svolgere la loro funzione: sono nei depositi, negli scantinati e anche nelle discariche. Danilo Ragona ne ha trovate a decine e un giorno ha deciso che fosse giusto rigenerarle per darle a chi non se le può permettere per fare sport, dal ciclismo/handbike alla canoa, dal canottaggio all'equitazione, dall'hockey al basket, dal rugby alla scherma, dallo sci al tennis alla vela, al wakeboard fino allo sci nautico.


L'idea progettuale é quella di dare una seconda vita a carrozzine che per vari motivi non vengono più utilizzate. Tecnici qualificati si occuperebbero di rimetterle in perfetto funzionamento e di adattarle allo sport. In questo modo i prezzi potrebbero essere decisamente più bassi e accessibili.

Attraverso questo modello di economia circolare, insieme si può rendere concreta l'inclusione su 3 livelli:

  • garantire l’accesso allo sport alle persone con disabilità  grazie al recupero e alla rigenerazione di carrozzine di design per lo sport e la vita quotidiana;

  • offrire un’alternativa al mercato dei prodotti per disabili, caratterizzati da prezzi elevati, tramite prodotti ricondizionati sviluppati da professionisti, a prezzi vantaggiosi, per abbattere il costo dell’inclusione sportiva; 

  • dare lavoro a persone con disabilità, che potranno apportare conoscenze utili per lo sviluppo di ausili rispondenti alle reali necessità dei beneficiari.

Il target è rappresentato da circa 300 ragazzi, già beneficiari delle sessioni di Terapia Ricreativa di Dynamo Camp e provenienti da tutta Italia, affetti da varie disabilità: paralisi cerebrale infantile, distrofia muscolare, SMA, emiplegia alternante e disabilità cognitive, cui si aggiungono altre 300 persone con disabilità, appartenenti alla rete di Able To Enjoy.


I fondi saranno utilizzati per lo start-up del progetto e la fase di analisi di fattibilità e di iniziale implementazione. In particolare le fasi da coprire saranno: studio di fattibilità economica, studio di fattibilità tecnica, piattaforma dedicata, campagna di comunicazione, kwowledge managment per definizione dei prodotti e servizi, accordi per riciclo materiale, ristrutturazione magazzino dove raccogliere le carrozzine, acquisto di componenti accessori e prodotti non reperibili gratuitamente. 


COSA DOBBIAMO FARE?

Per rendere realizzabile questo progetto, i promotori hanno lanciato un crowdfunding ospitato sulla piattaforma di Fondazione Vodafone, la quale raddoppierà il contributo al raggiungimento del traguardo. Traguardo che è di 10.000 euro da raccogliere entro il 20 ottobre 2018. I fondi raccolti serviranno a sostenere  lo start-up del progetto e le fasi iniziali di fattibilità dello stesso, compresa la predisposizione degli spazi fisici e l’acquisto dei prodotti e dei componenti necessari, non reperibili gratuitamente.  Chiunque può partecipare alla raccolta, con donazioni anche molto piccole le quali, in modo crescente, daranno diritto a delle “ricompense”, che vanno dall’attestato della donazione a una gita esclusiva in Oasi Dynamo per due persone.


QUESTO IL LINK

https://progetti.ognisportoltre.it/projects/313-carrozzine-rigenerate-per-lo-sport-e-la-vita-quotidiana



12 views
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now