Archivi categoria: I miei Libri

“Onora la madre” al MAD DONNA a SABAUDIA il 4 marzo

Torna MAD Donna a Sabaudia, la rassegna d’arte contemporanea che da oltre dieci anni consente a tante artiste di esporre nella bellissima città razionalista nell’Agro Pontino. Il 4 marzo si apre l’esposizione di 28 artiste al Museo Emilio Greco in collaborazione con la FIDAPA (Federazione Italiana Donne Arti Professioni Affari) ed il Comune di Sabaudia.
L’appuntamento è alla undicesima edizione, la prima edizione ebbe luogo nel 2007 nell’Athena workshop sull’imprenditoria femminile della Camera di Commercio e Artigianato di Latina. La rassegna d’arte al femminile si arricchisce e si completa quest’anno, con il contributo delle arti letterarie e musicali con una serie di presentazioni di libri e concerti dal vivo all’interno dello spazio
espositivo nel cuore del Palazzo Comunale e sono tutti ad ingresso libero. Fotografia, pittura, illustrazione, scultura e video-arte sinesteticamente si incontrano con letteratura e musica a partire da domenica 4 marzo alle ore 16,00 con il vernissage della mostra, seguiranno alle 17,00 la presentazione del libro della giornalista e scrittrice Angela Iantosca Onora la madre, storie di ‘Ndrangheta al femminile con la scrittrice Rossana Carturan e la bibliotecaria Lucilla Less e alle 18,00 il concerto Suddamore di Patrizia Pastore e Marco
Malagola (LatinAr).
Le 28 artiste in mostra sono: Paola Acciarino, Evita Andùjar, Ornella Boccuzzi, Natasha Bozharova, Antonella Catini, Augusta Calandrini, Alessandra Chicarella, Claudia Chittano, Palmira Polly Ciacciarelli, Bianca D’Anna, Antonella D’Auria, Sara De Angelis, Lucia Finocchito, Alessia Forcina, Maria Griffo, Emilia Isabella, Tatiana Lapteva, Rosy Losito, Monica Menchella, Marella Montemurro, Fabiana Moriconi,
Lara Pacilio, Donatella Pinocci (OO Rh*), Maria Antonietta Scarpari, Maria Gloria Sirabella, Daisy Triolo, Veronica Venturi, Marilena Villella.

28576462_10155399959552864_8003785394927383700_n

Esce “Voce del verbo corrompere”

E’ uscito in tutte le librerie italiane “Voce del verbo corrompere” (edito da Maria Margherita Bulgarini), della giornalista Angela Iantosca, un viaggio attraverso la letteratura, dalla Genesi ai giorni nostri, per raccontare la storia di corrotti e corruttori, di chi ha fissato per sempre sulla carta vicende realmente accadute che hanno travolto i politici o che non li hanno nemmeno sfiorati, per raccontare di come le leggi ad personam siano nate più di 2000 anni fa, di come i più potenti abbiamo sempre tentato di sopraffare i più deboli, di come la corruzione morale, dei corpi, dei costumi, della politica sia cominciata molti millenni fa.


Collana Biblioterapia
La letteratura può essere una cura? Leggere può aiutare nel comprendere il mondo intorno a noi? Parte da queste domande la scelta di dar vita ad una collana che prova a far leggere i grandi classici e quindi la nostra vita attraverso la selezione di chiavi di lettura nuove per entrare nei testi. Non più una lettura dunque verticale e singola delle opere, ma una visione orizzontale che attraversa i secoli.

Corruzione, gelosia, passione, amore, tempo sono i grandi temi (a volte le grandi patologie) del nostro quotidiano: Maria Margherita Bulgarini prova a ‘curare’ questi mali rileggendo in chiave anche contemporanea gli antichi, mostrando le fragilità di ieri, i drammi, le possibili soluzioni, le domande senza risposta che sono da sempre le domande dell’uomo. Direttori della collana Marco Moschitta ed Angela Iantosca.

18767882_10154654297212864_8094930209434734406_n

Pubblicato il dossier “Under”

Giovani, spesso minori, uccisi e gambizzati. Un esercito cresciuto all’ombra dei clan e dei “cattivi maestri” pronto a morire o a uccidere. Per soldi o per il solo fascino del potere che si trasforma in consenso sociale. Sono loro, con le loro storie, racconti in prima persona di chi è cresciuto troppo in fretta e racconti di chi troppo presto ha pagato con la propria vita, i protagonisti di “Under”: l’inedito dossier di Associazione antimafie daSud che accende i riflettori su giovani, mafie e periferie. Opera corale, a cura di Danilo Chirico e Marco Carta realizzata con il contributo di Fondazione con il Sud e pubblicata da Giulio Perrone Editore, “Under” è un viaggio lungo dodici mesi nelle periferie del Mezzogiorno d’Italia e del Lazio, che indaga il legame tra il mondo dei giovani e il sistema mafioso e che fa luce sulla trasmissione di ruoli e “valori”. Dalla Calabria alla Sicilia e dalla Campania alla Puglia, fino al Lazio: come si diventa criminali?

“Under”: il dossier di daSud che accende i riflettori su giovani, mafie e periferie. Opera corale, a cura di Danilo Chirico e Marco Carta realizzata con il contributo di Fondazione con il Sud e pubblicata da Giulio Perrone Editore

All’interno un mio contributo sulla Calabria!

copertina-under-2

In libreria “La Vittoria che nessuno sa” (Sperling & Kupfer)

“Quando sono nata mi hanno chiamato Giuseppe. Ma sapevo che non era quello il mio nome… Sono diventata attrice fingendo di essere attore, ho camminato di nascosto sulle punte, ho finto di essere un macho… ma come è difficile essere uomini! La schiavitù rende folli… E allora ho fatto l’unica cosa che potevo fare: ho ucciso Giuseppe e ho messo al mondo Vittoria”…

Dal 28 febbraio è in libreria “La Vittoria che nessuno sa” (Sperling & Kupfer), di Vittoria Schisano e Angela Iantosca, un racconto-confessione che svela i sogni e i timori infantili, le fughe, le lacrime, lo smarrimento di sentirsi donna mentre lo specchio riflette l’immagine di un uomo. La difficile scelta di abbandonare i compromessi e le ipocrisie per diventare ciò che è sempre stato.

 

 

SINOSSI

Giuseppe ama la sua famiglia e la sua terra, la Campania, ma ha due buone ragioni per abbandonarle: la passione per il teatro e un segreto che non può confessare a nessuno, neanche a se stesso. Così si trasferisce a Roma dove inizia a studiare recitazione e ad ascoltare il suo corpo e la sua anima. Giuseppe crede di essere omosessuale, eppure non è quella la risposta alla sua inquietudine. Un lungo e tormentato cammino lo porta alla decisione di cambiare sesso. Dopo mesi di cure, nel novembre del 2013 nasce Vittoria.

“La Vittoria che nessuno sa” è un libro autentico e appassionato sulla fatica di vivere di chi nasce “diverso”

 

Vittoria Schisano è nata a Pomigliano D’Arco con il nome di Giuseppe. Nel 1998 si è trasferita a Roma per studiare recitazione. Ha esordito in tv con Lando Buzzanva. Nel 2010 ha ricevuto il premio Oscar dei Giovani, nella categoria spettacolo, come miglior attore esordiente. Nel 2011 ha cominciato il percorso per cambiare sesso. È la prima donna ad aver effettuato un percorso di transizione a cui è stata dedicata una copertina di Playboy.

 16998185_10154381405827864_8809209556534140384_n